ROMA, 14 MAR - Dal 3 aprile sarà possibile presentare le domante per la mobilità nella scuola: lo ricorda l'Anief che fa sapere di essere pronto ad aprire sportelli straordinari per assistenza ad personam. "Prendono quindi il via le grandi manovre che a breve porteranno almeno 200mila lavoratori della scuola a chiedere di spostarsi sui tanti posti vacanti e disponibili", ricorda la sigla sindacale. "Di questi, il 30% saranno assegnati ai trasferimenti di sede e il 10% per i passaggi di ruolo e di cattedra. Nello stesso periodo è prevista la presentazione delle domande per la compilazione delle graduatorie d'istituto, al fine dell'individuazione dei docenti soprannumerari che saranno obbligati a presentare anche loro domanda di trasferimento. Le date sono state già prefissate e variano a seconda del ruolo professionale". "Abbiamo deciso di attivare sportelli e seminari a seguito delle numerosissime domande che ogni giorno raccogliamo dal personale - afferma Marcello Pacifico di Anief-Cisal - ancora una volta disorientato dinanzi alla mole di cavilli e burocrazia che caratterizza la mobilità scolastica italiana: lo stesso personale scolastico è infatti cosciente che inserire o meno una X su un modello di domanda può essere decisivo per ottenere il trasferimento. La nostra assistenza riguarda inoltre la tutela dei loro diritti, nuovamente lesi da norme inique e discriminanti: per questo, continuiamo a patrocinare ricorsi per docenti e Ata".(ANSA).

 

 

© 2014 - ANIEF - Associazione Sindacale Professionale - P.I. 97232940821 -Credits - Privacy - CookieRiconsidera Cookie