contatti

La stampa scrive

ANSA: paghe insegnanti le più basse del pubblico impiego. Anief, docenti veri agnelli sacrificali

Nel pubblico impiego c'è una categoria professionale che più delle altre ha motivo di lamentarsi per avere a fine mese delle buste paga sempre più modeste: sono gli insegnanti e il personale del Miur, i quali nel 2012 hanno percepito mediamente 39.436 euro, contro i 43.533 dei colleghi del ministero del Lavoro, i 48.296 di quelli del ministero delle Politiche agricole e i 57.799 euro del ministero della Salute.

La "classifica" è stata realizzata dalla Ragioneria generale dello Stato - e riportata dall'Anief, Associazione professionale sindacale - che ha anche rilevato una riduzione complessiva per la spesa dei dipendenti pubblici del 2,21%. "I risparmi di spesa, piuttosto che essere indirizzati sui costi della politica, sulle consulenze e sugli strumenti che forniscono i servizi - sostiene Marcello Pacifico, presidente Anief e delegato Confedir per la scuola e i quadri - si abbattono orami sistematicamente per una precisa scelta dei governanti sugli stipendi del personale del pubblico impiego. Che, infatti, dal 2010 sono stati bloccati. Ma i veri 'agnelli sacrificali' sono gli insegnanti ed il personale non docente della scuola, a cui la legge ha sottratto gli scatti automatici, i quali corrispondono alla loro unica strada per accedere a degli incentivi legati alla carriera".

Fonte: ANSA