contatti

La stampa scrive

Orizzonte Scuola: a fine ottobre il primo stipendio per i neo immessi in ruolo

Giunge al termine la vicenda che ha tenuto con il fiato sospeso i docenti neo immessi in ruolo dal 1° settembre 2012, che non hanno ancora ricevuto la retribuzione spettante. Nella risposta inviata al sindacato ANIEF in seguito alla diffida, il Miur spiega le circostanze che hanno determinato questo ritardo e il modo in cui si sta procedendo. Secondo il sindacato i pagamenti dovrebbero arrivare a fine ottobre- inizio novembre.

Come indicato nella risposta, il "Direttore generale per gli studi, la programmazione e i sistemi informativi, Emanuele Fidora, spiega come la causa del ritardato pagamento sia da imputarsi primariamente alla necessità di verificare l’avvenuta presa di servizio del personale individuato per la stipula dei contratti a tempo indeterminato, al fine di evitare indebiti pagamenti che il Tesoro avrebbe poi dovuto sanzionare.

L’elenco dei nominativi di coloro che hanno effettivamente titolo al pagamento delle spettanze, depurato dalle posizioni dei 121 individuati che non hanno preso effettivamente servizio, è stato inviato agli uffici del MEF lo scorso 4 ottobre. Pertanto, il ministero assicura che i pagamenti dovrebbero poter finalmente aver inizio entro la fine dello stesso mese, salvi eventuali ulteriori ritardi dovuti alle procedure di elaborazione ed agli scarti prodotti dalla procedure del sistema informativo del Tesoro."

ANIEF prende atto favorevolmente della risposta del Miur, auspicando che in futuro le procedure possano avvenire con maggiore celerità, onde evitare disagi ai lavoratori che hanno diritto a percepire con regolarità e in tempi brevi lo stipendio e comunica che appare più che probabile che tutti in neoimmessi in ruolo con decorrenza 1° settembre 2012 inizieranno a ricevere i primi pagamenti tra la fine di ottobre e il mese di novembre.

La diffida inviata dall'ANIEF

La risposta del Ministero