contatti

La stampa scrive

Italpress: Scuola - Anief, in Italia stipendi fermi al 2000

Nel giorno della giornata mondiale del docente, celebrata in più di cento Paesi per ricordare l'alta valenza sociale di questa professione, la Commissione europea pubblica un rapporto nel quale risulta che se si tiene conto del costo dell'inflazione l'entità degli stipendi degli insegnanti italiani è ferma addirittura al 2000.

Secondo l'Anief i dati confermano quanto sottolineato nei giorni scorsi che, nel riportare l'ultima indagine Ocse "Education at a Glance", si era soffermata su un punto: tra il 2000 e il 2010, fatto 100 lo stipendio medio degli insegnanti dei 37 Paesi economicamente più progrediti, lo stipendio in Italia è cresciuto ogni anno a partire dal 2005 solo del 4-5%; mentre nella media Ocde l'incremento è stato del 15-22%.

"Questi dati confermano che se si vuole cambiare il futuro delle nuove generazioni e della nostra società – sostiene Marcello Pacifico, presidente Anief e delegato ai quadri e direttivi della Confedir - bisogna immediatamente ripartire dalla valorizzazione del ruolo del docente. Cancellando una volta per tutte la tendenza degli ultimi anni, durante i quali l'insegnante italiano è stato sempre più mortificato da iniziative peggiorative della qualità della professione".

Fonte: Italpress