contatti

La stampa scrive

TMNews: domani precari in corteo a Roma contro 'concorso truffa'

Partenza alle 14.30 da piazza Esquilino, arrivo a Bocca Verità. 

Domani i precari della scuola tornano in piazza e sfileranno in un corteo a Roma per manifestare contro il "concorso truffa" ideato dal ministro dell'Istruzione Francesco Profumo. I precari chiedono l`assunzione su tutti i posti disponibili, il ritiro dei tagli effettuati fino ad ora, il blocco immediato del processo di privatizzazione della scuola statale che si sta portando avanti con l`approvazione del Ddl 953 (Aprea). Inoltre, spiegano in una nota, i precari scenderanno in piazza per respingere ogni ipotesi di "riconversione" dei docenti in esubero sul sostegno, "ovvero di deportazione degli insegnanti inidonei in ruoli amministrativi, previste dalla spending review, che ledono la dignità dei lavoratori e affossano il tanto evocato 'merito'.
 

La partenza della manifestazione è prevista alle 14.30 da piazza dell'Esquilino, l'arrivo a piazza Bocca della Verità. Alla manifestazione hanno aderito Cgil, Cobas, Cub, Usb, Usi-Ait e Anief il cui presidente, Marcello Pacifico, spiega: "Con questo concorso il Miur ha messo in atto una procedura selettiva tragicomica, che serve soltanto ad aggiungere un altro pezzo di carta per il prossimo governante di turno e a valutare nuovamente del personale docente all'esercizio di una professione che svolge con profitto da anni dopo aver superato diversi concorsi su contenuti disciplinari e competenze didattiche. Aggirando, tra l'altro, la direttiva 1999/70/CE secondo cui chi ha conseguito un'abilitazione e ha prestato 36 mesi di servizio va stabilizzato. E non umiliato con delle generiche prove sulla comprensione del testo e della logica".

Fonte:TMNews