contatti

Tutte le notizie

Pubblicato il D.M. 53/2012 per l’inserimento nella fascia aggiuntiva delle GaE: ANIEF annuncia i nuovi ricorsi

 

 

Contro l’esclusione di abilitandi SFP, abilitati all’estero, aspiranti in possesso di diploma magistrale abilitante, abilitati ex D.M. 21 e 85 del 2005, abilitati con semestre aggiuntivo IX ciclo SSIS e per il reinserimento di chi è stato depennato per non aver prodotto l'aggiornamento. Anief ricorrerà anche contro l’accodamento in IV fascia per gli aventi titolo. Richiedi le istruzioni a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Scadenza: 10 luglio 2012.

La pubblicazione del decreto ministeriale 14 giugno 2012 n. 53 conferma la volontà del MIUR di ignorare l’ordine del giorno dell’On. Russo (PD), approvato dal Governo, che prevede l’allargamento della platea degli aventi titolo all’inserimento in GaE a tutti gli abilitati e degli iscritti SFP in attesa di conseguimento del titolo.

Considerato che il nuovo reclutamento ad oggi è solo un annuncio, per quanto a più riprese proposto dal ministro Profumo, la scelta di escludere dalle GaE intere categorie di personale già abilitato (all’estero, con diploma magistrale abilitante, con abilitazione ex DD.MM 21 e 85 del 2005), nonché migliaia di abilitandi che stanno seguendo i corsi di Scienze della Formazione Primaria, appare come un ingiustificato atto discriminatorio che, ancora una volta, l’ANIEF è costretta a chiedere alla giustizia di sanare. Al di là di fumosi proclami su futuribili concorsi, la realtà è che oggi l’unico canale di reclutamento esistente è quello che passa per le graduatorie ad esaurimento, dove lo Stato ha il dovere di inserire tutti coloro che hanno conseguito, o stanno conseguendo, un’abilitazione del tutto identica a quella di coloro che sono già stati inseriti.

Per questo, ANIEF metterà a disposizione nei prossimi giorni le istruzioni operative, i modelli cartacei di domanda di inserimento (per gli aventi titolo, infatti, la procedura sarà on line) e la guida alla compilazione per coloro che sono stati esclusi nonostante il governo si fosse impegnato a garantire anche a loro parità di trattamento con gli altri colleghi attraverso l’inserimento in GaE.

Ma i profili di legittimità che il nostro sindacato chiederà ai giudici di valutare riguardano anche gli aventi titolo all’inserimento. Il D.M. 53/2012, infatti, non chiarisce quale sarà il destino dei nuovi inseriti, che verranno convogliati in una nuova, ennesima coda: la IV fascia. Rimarranno per sempre dietro agli aspiranti della terza fascia? Oppure, al prossimo aggiornamento - previsto per il 2014 - passeranno “a pettine” nella terza? Di certo, in assenza di precise rassicurazioni siamo obbligati a ritenere concreto il rischio che possano rimanere accodati, nonostante la sentenza 41/2011 della Corte costituzionale che, ricordiamo, sulle code ha già messo una pietra tombale.

E non potranno bastare eventuali chiarimenti del ministero, attraverso semplici comunicati o note esplicative, privi di qualsiasi valore normativo: qualsiasi rassicurazione non contenuta in un decreto, dopo la doccia fredda dell’ordine del giorno ignorato, non potrebbe più essere credibile ormai. Pertanto, ANIEF ricorrerà contro l’accodamento dei neo-inseriti in IV fascia, chiedendone l’immediato inserimento a pettine in terza. Inoltre, sempre per i nuovi inserimenti, vengono riaperti i termini per ricorrere al giudice del lavoro al fine di ottenere la valutazione del punteggio derivante dal voto di abilitazione in strumento musicale e la valutazione parziale del servizio prestato durante la frequenza dei corsi SFP (per sanare la disparità di trattamento con gli altri abilitati che hanno dovuto rinunciare al massimo a due anni di servizio, contro i quattro degli abilitati di Scienze della Formazione primaria).

Per preaderire ai ricorsi e richiedere i modelli cartacei di inserimento, è sufficiente inviare una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. avente per oggetto “Ricorso inserimenti 2012” e per contenuto:

- Se abilitati esclusi o abilitandi SFP: cognome e nome, luogo e data di nascita, indirizzo completo di residenza, recapiti e-mail e telefonici, indicazione (comprensiva di denominazione, indirizzo, comune e provincia) delle sede attuale o di ultimo servizio in scuola statale (non paritaria; se non si è mai prestato servizio di qualsiasi genere e durata in scuola statale, indicare “nessun servizio in scuola statale”).

- Se aventi titolo all’inserimento: cognome e nome, luogo e data di nascita, indirizzo completo di residenza, recapiti e-mail e telefonici, indicazione (comprensiva di denominazione, indirizzo, comune e provincia) delle sede attuale o di ultimo servizio in scuola statale (non paritaria; se non si è mai prestato servizio di qualsiasi genere e durata in scuola statale, indicare “nessun servizio in scuola statale”), tipologia/e di ricorso/i a cui si è interessati: inserimento III fascia – punteggio strumento musicale – servizio SFP.

Il D.M. 53/2012