Come affermato dalla Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Valeria Fedeli: “L’alternanza scuola-lavoro è un’innovazione didattica importante. È uno strumento che offre alle studentesse e agli studenti la possibilità di acquisire competenze trasversali e consente loro di orientarsi con più consapevolezza verso il loro futuro di studi e lavorativo. L’alternanza è uno strumento in cui crediamo profondamente. Anche per questo, come Ministero, lavoriamo per elevare ulteriormente la qualità dei percorsi offerti, mettendo al centro, come ho ribadito il 10 ottobre in audizione in Parlamento, le nostre ragazze e i nostri ragazzi. Su questo punto garantiamo il massimo impegno e anche la massima fermezza di intervento in caso di situazioni in cui il patto formativo che sta alla base dell’alternanza sia violato, impedendo a studentesse e studenti di fare un percorso significativo, innovativo e di qualità. Stiamo mettendo in campo strumenti concreti che vanno in questa direzione e che ci consentiranno un costante monitoraggio e controllo perché la qualità formativa è decisiva”. Gli intenti sono ineccepibili, purtroppo alcune volte i risultati non sono stati quelli sperati.

 

Il Miur nella nota n. 2691 del 15 novembre 2017, avente per oggetto “Attivazione Piattaforma per la gestione dell’alternanza scuola-lavoro”, ha regolamentato e strutturato le attività sulle quali verrà, in seguito, redatto un report. Come dichiarato dalla Ministra la piattaforma di gestione dell’alternanza e la Carta dei diritti e dei doveri degli studenti in alternanza che sono strettamente connesse fra loro. La piattaforma sarà strumento di attuazione della Carta, che è molto attesa ed è uno strumento centrale di informazione e di garanzia per chi partecipa all’alternanza.

La piattaforma consentirà alle scuole di reperire con più facilità una struttura ospitante, attraverso un sistema di geolocalizzazione e di prenotare on line i percorsi. Gli adempimenti burocratici connessi all’alternanza si potranno gestire digitalmente, consentendo un passo in avanti significativo. In relazione a innovazioni sarà previsto uno specifico accompagnamento per le scuole. La piattaforma di monitoraggio, inoltre, avrà una specifica sezione dedicata a studentesse e studenti che, oltre a strumenti importanti come il corso sulla sicurezza gratuito realizzato insieme ad Inail, avrà un “bottone rosso” per le segnalazioni di eventuali problematicità significative riscontrate durante l’alternanza.

Affinché un percorso formativo sia efficace è necessario che i presupposti, la motivazione ed i risultati siano adeguati all’impegno profuso e le esperienze acquisite siano proficue e spendibili per il proprio futuro professionale. Il concetto iniziale di stage si è talvolta trasformato in becere sfruttamento e non in educazione ad una disciplina che prepari al mondo del lavoro.

Purtroppo ci sono state non poche polemiche in riferimento alle attività di alternanza scuola-lavoro, ritenute da molti solo uno sfruttamento minorile autorizzato o un’inefficace modo di impiegare parte del tempo destinato allo studio

Eurosofia ha modulato dei corsi specifici per formare in modo adeguato i docenti che desiderano gestire all’interno del loro istituto scolastico le attività di alternanza scuola-lavoro, rendendole proficue per i propri allievi e creando dei presupposti importanti per il loro futuro. I due corsi previsti dall’offerta formativa Eurosofia sono riconosciuti dal Miur, creati secondo le indicazioni previste dal Ptof, selezionabili sulla piattaforma Sofia:

Tutor dell'alternanza scuola - lavoro

Il corso ha l’obiettivo di:

• Favorire la conoscenza della nuova normativa scolastica, la legge 107/2015 e le novità introdotte in tema di alternanza scuola-lavoro

• Acquisire le competenze del “docente tutor dell’alternanza scuola lavoro”;

• Potenziare le capacità di tutoraggio, counseling, supervisione professionale;

• Promuovere la pianificazione di percorsi di alternanza scuola lavoro adeguati, fattibili e verificabili.

Life skills Orientamento

Il corso ha l’obiettivo di:

• Favorire l’acquisizione di strategie in grado di promuovere e potenziale le life skills;

• Promuovere la valutazione critica dei propri atteggiamenti e comportamenti e di quelli dei propri allievi;

• Riflettere sulle esperienze passate e considerare le necessità di azioni di miglioramento per il futuro;

 • Riconoscere il proprio ruolo per la crescita personale, la motivazione, il coinvolgimento, l’impegno e l’assunzione di responsabilità

Per iscriverti subito vai al seguente link, clicca sull’iperlink corrispondente al corso scelto e potrai visualizzare la scheda tecnica ed il modulo d’iscrizione:  

https://www.eurosofia.it/mod/page/view.php?id=6933

Per informazioni o richieste manda una mail all’indirizzo  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. o contatta i numeri telefonici 0917098311- 0917098357

© 2014 - ANIEF - Associazione Sindacale Professionale - P.I. 97232940821 -Credits - Privacy - CookieRiconsidera Cookie